Seat Music Awards: ospiti e recensione delle serate

Sono andati in onda, come di consueto, i Music Awards condotti da Vanessa Incontrada e Carlo Conti nel fantastico scenario dell'Arena di Verona. Tanta musica e tanti premi per dischi, live o singoli di successo dell'anno. Il prossimo appuntamento sarà il 21 giugno.

Anche quest’anno non poteva mancare il consueto appuntamento con i Music Awards (Seat Music Awards 2019, per la precisione), sempre su Rai 1 e sempre con Vanessa Incontrada e Carlo Conti. La prima puntata, andata in onda lo scorso mercoledì 5 giugno ha registrato il 17 per cento di share (perdendo quindi contro la rete competitor Canale 5, dove andava in onda Live-Non è la D’Urso), con 2 punti percentuali in meno rispetto allo scorso anno.

Dati tecnici a parte, la prima serata ha visto susseguirsi numerosi artisti, andiamo con ordine. Apre la serata Francesco De Gregori con l’intramontabile “Donna cannone”, accompagnato da 2 violini, 1 violoncello, 1 flauto traverso ed il pianoforte. Lo segue Salmo con “90 minuti” e “Il cielo in una stanza”, riceve ben 4 premi a testimonianza del grande successo.

Dopo di lui J-Ax con “Ostia Lido”, la classica canzone estiva da ballare sulla spiaggia e lo stesso dicasi per Irama con “Arrogante”, anche a lui vanno 4 premi (dopo la vittoria ad Amici nel 2018 d’altronde c’era da aspettarselo). E’ poi il momento di Ermal Meta con “Ercole” (che fa fatica a decollare, su YouTube è fermo circa 500.000 views). Dopo di lui si esibiscono Laura Pausini e Biagio Antonacci con “Un’emergenza d’amore”, Ligabue che fa scatenare l’Arena sulle note di “Polvere di stelle” ed un fantastico medley (“Piccola stella senza cielo”, “Happy Hour”, “Tra palco e realtà”, “Urlando contro il cielo”).

Con un outfit total white si esibisce invece Marco Mengoni, il quale canta “Muhammed Alì”, “Hola”, “Guerriero”, “Ti Aspetto” e “Voglio”, 5 capolavori dell’artista italiano maschile forse più forte del momento. Dopo di lui Ultimo con “Rondini al guinzaglio”, Claudio Baglioni sulle note di “Con voi” e “La vita è adesso”, accompagnato da uno straordinario corpo di ballo e poi Alessandra Amoroso che canta dapprima “Immobile” (a cappella) e poi “Amore puro”, “Comunque Andare” (mezza esibizione senza microfono per motivi tecnici, nonostante ciò è riuscita a mantenere viva l’attenzione del pubblico, facendolo scatenare), “La Stessa” e “Forza e Coraggio”.

E’ nuovamente il momento del duo Pausini-Antonacci, poi una straordinaria Elisa sulle note di “Se piovesse il tuo nome”. Segue Antonello Venditti con “Nata sotto il segno dei pesci” e Mahmood, che dopo essersi classificando secondo all’Eurovision, ripropone all’Arena di Verona il tormentone “Soldi”. E’ poi il turno dei The Giornalisti con “Maradona y Pelè” (ci si aspettava qualcosa di meglio da loro per quest’estate) e “Felicità puttana”. Dopo una simpaticissima parentesi comica con Pio e Amedeo che cantano il loro singolo “Non c’hai una lira” (una sorta di parodia di chi ostenta sui social ricchezza e benessere che non ha) torna Elisa, questa volta con Carl Brave, il brano si intitola “Vivere tutte le vite”.

Ci si avvicina alla conclusione della serata con i Maneskin, poi con Carmen Pierri (vincitrice ultima edizione di The Voice of Italy), Gigi D’Alessio, Gue Pequeno, Sfera Ebbasta (che non canta, ma ritira solamente i premi) e Roberto Vecchioni.

La puntata di giovedì 7 giugno invece ha visto protagonisti Arisa con Lo Stato Sociale, poi Annalisa con il nuovo singolo (poco convincente) “Avocado Toast”, Fabrizio Moro con “Ho bisogno di credere”, Enrico Nigiotti con “Notturna” e Benji e Fede con “Dove e quando”.

E’ poi il turno di Paola Turci, la cui canzone “Viva da morire” non sembra però alla sua altezza, lo stesso dicasi per Francesco Renga con “Prima o poi”. Non sono apparsi in grandissima forma nemmeno Raf e Umberto Tozzi, che hanno cantato i loro brani più famosi mentre, come promesso, dopo una pausa lunga due anni sono tornati ad esibirsi i Modà, i quali hanno annunciato che presto uscirà il loro nuovo progetto.

Dopo di loro canta Il Volo, sulle note di un vecchio grande successo “A chi mi dice”, poi Nek con “La soria del mondo” e Mika che in anteprima canta il suo nuovo singolo “Ice cream”. Dopo uno strepitoso anno ricco di grandi soddisfazioni salgono sul palco i Boomdabash, presentando il nuovo singolo estivo “Mambo Salentino” feat Alessandra Amoroso e poi “Per un milione”. Dopo di loro, nonostante la bronchite, si esibisce (in playback?) Loredana Bertè con “Tequila e S.Miguel”, Fiorella Mannoia con “Il senso” e poi, in duetto con Ron, sulle note di “Cara”.

La serata sta per volgere al termine, è il momento quindi Francesco Gabbani, poi nuovamente di Mika e di Gino Paoli (con la romanticissima “Una lunga storia d’amore”). Con un look mai banale fa il suo ingresso Achille Lauro, che canta “1969” e “Rolls Royce”, poi la voce graffiante di Noemi sulle note di un riadattamento di “Domani è un altro giorno” (colonna sonora del film dal medesimo titolo, con protagonisti Marco Giallini e Valerio Mastrandrea), il vincitore dell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi Alberto Urso con il suo singolo “Accanto a te”.

Si chiude la serata con Baby K con “Da zero a cento” e “La Playa”, I Negrita, The Kolors&Elodie, Anna Tatangelo, Levante e Gazzelle.

Il prossimo appuntamento con i Seat Music Awards è per il 21 giugno, sempre su Rai1.