Manuel Aspidi presenta L’uso delle mani: “Per dare voce alle donne” – Video Intervista

Oltre 700mila visualizzazioni su Youtube in pochi giorni per il nuovo video di Manuel Aspidi dal titolo L’uso Delle Mani. La canzone, prodotta e arrangiata da Fabrizio Fratepietro e Fernando Pantini (collaboratori di Paola Turci), è dedicata a tutte quelle donne che ancora preferiscono rimanere in silenzio di fronte alle violenze fisiche e verbali dei loro compagni, credendo che questa situazione possa risolversi senza nessun tipo di azione. Sbagliando. Il femminicidio è una delle principali cause di morte prematura per le donne. Lo studio globale sull’omicidio nel 2017 ha indicato che mentre si è registrata una diminuzione degli omicidi nel mondo, c’è stato un aumento del numero di femminicidi.

L’intervista

Vuoi parlarci di questo brano?
È un brano nato dalla mia esigenza di voler raccontare una tematica a cui sono particolarmente affezionato, legato. Sia perché ho vissuto sulla mia pelle delle situazioni simili, sia perché mi sono trovato nella situazione in cui questa persona ha subito delle violenze da parte di un’altra. Sono molto vicino alla sfera femminile, visto che nella mia famiglia sono quasi tutte donne. Così ho pensato di voler raccontare questo tema attraverso una canzone. Si tratta di un argomento all’ordine del giorno e ancora oggi se ne sente parlare tanto. Non solo io come artista uomo, ma anche altri uomini, secondo me, devono essere portatori sani di questo messaggio. Ho chiesto al mio team di lavoro di poter scrivere un pezzo su questo tema proprio per dare voce a tutte le donne, anche se sono un ragazzo.

Come nasce l’idea del videoclip?
Il videoclip è particolare. L’uomo è legato con le manette per quello che ha commesso e alla fine le donne lo liberano e lo abbracciano. È un segno di speranza. Non tutti gli uomini sono così. Non tutti gli uomini usano la violenza. Non tutti gli uomini usano le mani per far del male alle donne. Le donne intelligenti, mature e forti riescono a far capire all’uomo ‘Guarda, sono io la persona che ti perdona’.

I tuoi fan ti hanno scritto in privato per raccontarti storie simili?
Ci sono state diverse persone che mi hanno scritto. In particolare una ragazza che mi segue da tempo e le è venuto in mente ciò che aveva vissuto. Mi ha ringraziato perché ho dato voce ad un messaggio importante. Lei ha trascorso un periodo bruttissimo per questo uomo che la tormentava e picchiava. Una canzone per tutte le donne che come lei sono riuscite ad uscire da una situazione forte, importante. Sono felice perché quello che volevo raccontare ha raggiunto il suo obiettivo.

Continua a leggere e guardare la video intervista nella seconda pagina